CORO SCOLASTICO

                                                 

        Anno scolastico 2012/2013

Il Circolo "Ilaria Alpi" è stato selezionato dall' USR come Circolo ad indirizzo musicale, attestandosi al primo posto nella graduatoria regionale, grazie alle numerose iniziative svolte negli anni scorsi rispetto all'insegnamento della musica ed alla realizzazione dei cori scolastici. Si tratta di un progetto ministeriale che prevede il potenziamento di attività di pratica musicale e di formazione nelle scuole primarie organizzate in rete tra loro, rete denominata: "Musica primaria Torino".

La collaborazione tra le istituzioni che sono state identificate sedi di pratica musicale, e che vede il nostro Circolo abbinato all' IC Tommaseo, è rivolta ai seguenti obiettivi specifici:

  • organizzare una formazione in comune, mettendo in sinergia le competenze sviluppate nelle rispettive esperienze didattiche; contenuti della formazione saranno la didattica della musica, un approccio strumentale (strumenti ORFF e/o altri), ascolto, produzione corale….

  • costituire 1 corso di pratica musicale in una classe terza, lavorando con tutta la classe e realizzando una ricerca/azione sperimentando i contenuti della formazione.

 

 PROGETTO CORO A SCUOLA

Il progetto del CORO SCOLASTICO rappresenta, all’interno del Piano dell’Offerta Formativa del circolo, un efficace strumento formativo e di diffusione del linguaggio e della cultura musicale tra gli allievi, le famiglie, il territorio, in un’ottica di continuità e rinnovamento dei percorsi didattici intrapresi.

E’, altresì, una realtà oramai consolidata, apprezzata e longeva che ha favorito e continua a favorire preziose esperienze di scambio, arricchimento e stimolo delle potenzialità di ciascun alunno, riconoscendone e sviluppandone le eccellenze, attraverso un canale comunicativo universale come quello musicale.

Perché “fare coro” a scuola

Nell’ambito della immensa varietà di percorsi educativo-formativi possibili per i bambini della scuola primaria, la pratica musicale rappresenta una vera e propria strategia per un apprendimento ‘a tutto tondo’, ove vengono chiamate in causa la sfera emotiva, espressiva, comunicativa, sociale di ogni singolo individuo, e tutte insieme riconducono ad una crescita armoniosa dell’individuo stesso, che ne potrà trarre inconsapevole ed indiscutibile beneficio.

Grazie alla pratica dell’espressione musicale, dell’esercizio mnemonico, linguistico, fonetico, attentivo e all’esperienza del fare insieme, l’attività di canto corale può aiutare concretamente a superare eventuali difficoltà (di linguaggio, di comprensione, sociali, ecc…) o rendere palesi e sviluppare particolari doti di sensibilità ed espressione musicale.

Quali obiettivi del “fare coro” a scuola

 

OBIETTIVI FORMATIVI

        Sviluppo della percezione sensoriale

        Sviluppo della sfera affettiva ed emotiva

         Sviluppo delle capacità interpretative

         Sviluppo delle capacità espressive

         Potenziamento delle capacità comunicative

         Socializzazione

          Integrazione

OBIETTIVI COGNITIVI

        Impostazione della voce attraverso la pratica della respirazione fisiologica e del canto

 

       Miglioramento della coordinazione motoria laterale e bilaterale attraverso la pratica ritmica, anche con l’uso 

       di semplici strumentini ritmici e/o melodici

 

       Miglioramento delle capacità linguistiche (pronuncia, scansione ritmica delle parole, eventuale approccio

        con le lingue straniere, ecc…)

 

OBIETTIVI METACOGNITIVI

        Sviluppo della capacità di attenzione e concentrazione

 

       Sviluppo delle capacità mnemoniche

 

        Conoscenza e consapevolezza nella gestione della fisicità

        (capacità di autocontrollo e di uso del corpo) a fini espressivi.

 

Finalità/raccordi con il curricolo musicale e i macro-obiettivi di interclasse

Nel plesso “PEROTTI”  il coro scolastico, attivo ormai da oltre un decennio, viene come precedentemente detto, suddiviso in due gruppi per fascia di età: gruppo dei Piccoli (alunni delle classi prime e seconde) e gruppo Effettivi (alunni delle classi terze, quarte e quinte). L’attivazione di due percorsi paralleli, pur richiedendo un maggiore impegno organizzativo da parte della scuola ed un cospicuo investimento in termini di risorse umane, viene attuata per la prima parte dell’anno scolastico con la finalità di favorire il primo approccio dei bambini 6-7enni con una dimensione musicale particolare, che utilizza lo strumento voce come mezzo essenziale di conoscenza di sé e di espressione emotiva. Il gruppo dei Piccoli si unirà al gruppo Effettivi nella seconda parte dell’anno scolastico. I bambini, tutti insieme, lavoreranno alla costruzione di un percorso vocale e di ensemble che potrà essere condiviso nella fase finale anche attraverso esibizioni alla presenza del pubblico.

Nel plesso “Deledda”, che ospita un numero inferiore di classi, il gruppo corale non sarà invece sdoppiato nella prima parte dell’anno scolastico ma con la Conduttrice svolgerà un’attività didattica che coinvolgerà contemporaneamente bambini di tutte le interclassi.

 

 

Percorso didattico essenziale dei Cori:

§   Prima alfabetizzazione musicale attraverso esercizi e giochi di rilassamento e scioglimento della muscolatura,

§   Esercizi di respirazione e vocalizzi su testi nonsense, fonemi, vocali, ecc…

§   Vocalizzi per lo sviluppo di: risonanza, articolazione  ed estensione vocale.

§   Giochi di coordinazione gesto-suono-ritmo,

§   Canti finalizzati all’apprendimento dei primi elementi del linguaggio musicale.

§   Canti di repertorio infantile

§   Scansioni ritmiche

Con particolare attenzione a strutturare il repertorio cantato in un’ottica di multidisciplinarità pur privilegiando in modo assoluto la scelta dei brani in base alla loro cantabilità

 

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Piano dell’Offera Formativa del Circolo adotta i criteri generali di una progettazione che tiene conto dei bisogni reali, persegue la continuità ed il miglioramento dei progetti stessi, che devono avere una precisa identità e ricaduta sul territorio.

Il presente progetto è portatore di tutte queste caratteristiche;  è in conformità con gli obiettivi trasversali adottati dalle singole interclassi ed ha una buona potenzialità di ricaduta multidisciplinare (educazione al suono e alla musica, lingua italiana e lingua straniera, educazione psicomotoria, scienze, storia, ecc…).

Il progetto del Coro a scuola di inserisce a pieno titolo anche nel progetto di rete, del quale riprende la progettazione.

                                         Articolazione delle attività:

Struttura del coro “Perotti”

 

CORO DEI PICCOLI

Alunni delle classi prime e seconde del plesso “Perotti” 

CORO EFFETTIVI

Alunni delle classi terze, quarte e quinte del plesso “Perotti”

Modalità per la formazione del Coro

 

Screening della voce, per la selezione dei partecipanti.

Conduttrice del Coro

 

Maestra Letizia GIUSTI (Associazione CANTASCUOLA - Torino)

Il progetto del Coro a scuola è stato pensato non solo come un elemento di valore aggiunto all’offerta formativa scolastica, ma come parte integrante del lavoro di educazione all’ascolto, al suono e alla musica svolto dagli insegnanti in classe.